"Come ci facciamo un’ opinione"

La rappresentazione dei migranti e dei conflitti nei media

- Al: 26/07/2013, 00:00 | Categoria: Altro
STAMPA

Venerdì 26 luglio (ore 20) nel Cortile della parrocchia di San Paolino, Viareggio

Da una parte ci sono le tv locali, che 'raccontano' il mondo dei migranti basandosi soprattutto sui fatti di cronaca. Dall'altra ci sono ancora guerre su cui si tace e che non trovano spazio sui mezzi di comunicazione. Di tutto questo si parlerà venerdì 26 luglio, a Viareggio, nel corso dell'incontro "Come ci facciamo un'opinione. La rappresentazione dei migranti e dei conflitti nei media" (cortile della Parrocchia di San Paolino, in Via Sant'Andrea 196), organizzato da Caritas di Lucca e dalla Fondazione Volontariato e Partecipazione nell'ambito degli appuntamenti del Tientibene dedicati ai temi della cittadinanza responsabile e dell'inclusione.
E' infatti un'estate all'insegna del confronto, quella promossa dallo spazio in via XX settembre, grazie alla collaborazione tra Caritas e Parrocchia di San Paolino.
Il Tientibene nasce come un luogo aperto al pubblico, animato da laboratori per piccoli e grandi, presentazione di libri, serate a tema, feste tutte incentrate sul tema "nostra la città da abitare", per ripensare i modelli della convivenza e del vivere in comunità.
La discussione di venerdì sera sarà centrata sul concetto di rappresentazione della realtà da parte dei mezzi di informazione e al modo in cui questi influiscono sulle opinioni. Sarà l'occasione per presentare la prima ricerca multimediale sulla rappresentazione dei migranti attraverso le televisioni locali. La ricerca, dal titolo "Nero su bianco 2" - promossa dalla Caritas Diocesana di Lucca e dalla Fondazione Volontariato e Partecipazione - è frutto di un'analisi approfondita condotta sui servizi dedicati alla migrazione andati in onda sui tg delle emittenti NoiTv e DìLucca in un'arco temporale di tre mesi. Ad illustrarla saranno il giornalista Giulio Sensi e la documentarista Arianna Mencaroni, entrambi responsabili della ricerca.
"Il percorso è iniziato nel 2010", spiega la direttrice della Caritas di Lucca, Donatella Turri. "Si tratta della seconda ricerca dedicata al tema della comunicazione. Con la prima pubblicazione, dal titolo 'Nero su Bianco', abbiamo indagato la rappresentazione della migrazione sui quotidiani cartacei. Questo secondo rapporto, che insiste sul tema, prende invece in oggetto le tv locali. Desideravamo capire se i migranti sono presenti nei tg e come vengono raccontati. Non è un dossier da leggere su carta. Si tratta piuttosto di un prodotto multimediale che sarà presto consultabile sui siti della Diocesi di Lucca e della Fondazione Volontariato e Partecipazione. E' un dossier interattivo e approfondito composto da immagini, dati, e interviste video. A partire da quella di Oliviero Forti, responsabile dell'ufficio immigrazione di Caritas italiana".
La serata, che avrà inizio alle 20 con un aperitivo a Km0 a cura della cooperativa agricola Calafata, è a ingresso libero. E per favorire il dibattito e declinare il tema su scala internazionale, interverrà anche Silvio Tessari (Caritas Italia) per illustrare il dossier "Conflitti dimenticati". Nel mondo, infatti, esistono oltre trenta conflitti, alcuni dei quali vengono dimenticati e trascurati dai media. A partire da quello in corso in Siria, dove si sta consumando la guerra più sanguinosa dal secondo conflitto mondiale e dove i profughi sono oltre 2 milioni.
Dopo questa prima anticipazione dei risultati, la ricerca "Nero su Bianco 2" sarà oggetto di un momento seminariale che sarà organizzato a Lucca in autunno.

Tommaso Giusti

Contatti

redazione@.luccacitta.net
mob. 320.8428413
mob. 333.6506972
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK