Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Spostarsi in vacanza in Grecia: guida ai mezzi migliori

| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

Il turista che sceglie di trascorrere le vacanze in Grecia, deve valutare anche con quali mezzi circolare per raggiungere le molte mete di attrazione disseminate nell’entroterra e collegarsi tra le varie isole, una più bella dell’altra. Fortunatamente, la Grecia vanta una rete di servizi molto ben organizzata tra i quali scegliere in base alle proprie esigenze, ed evitare di spendere la maggior parte del tempo a disposizione per stare dietro ai mezzi.

Si può decidere di partire con la propria auto o con un camper, con il treno o l’autobus, e dunque prendere il traghetto che collega ogni isola greca, oppure di raggiungere la Grecia in aereo e noleggiare un mezzo una volta giunti nell’arcipelago e muoversi in autonomia.

I trasporti in Grecia: come spostarsi tra le isole?

Aereo

Dall’Italia si può raggiungere la Grecia con dei voli diretti che atterrano nei due aeroporti internazionali di Atene e Salonicco, da dove partono altri voli interni di collegamento con le isole greche con aeroporto nazionale.

Si consiglia di prenotare con largo anticipo i voli verso la Grecia per le vacanze estive, perché si rischia di non trovare posto o spendere cifre molto alte.

Nave e traghetti

La Grecia e le sue innumerevoli e bellissime isole (più di 6 mila) sono collegate da una grande rete di traghetti, catamarani e navi da crociera. Si consiglia sempre di prenotare la compagnia di navigazione, soprattutto in piena estate, ma anche in bassa stagione, perché i trasporti marittimi vengono ridotti. Dall’Italia partono dei traghetti con rotta internazionale da Ancona, Bari, Brindisi e Venezia verso i porti occidentali della Grecia, ossia Patrasso, Corfù, Igoumenitsa.

Per muoversi tra le isole, si può scegliere fra diversi tipi di flotta. I traghetti delle isole greche trasportano sia passeggeri che veicoli e le loro rotte consentono di spostarsi tra le isole e raggiungere, ad esempio, le isole Cicladi più belle, le Piccole Cicladi, le dodici isole del Dodecaneso e le isole Ionie.

Chi ama la velocità, invece, può scegliere di spostarsi con l’aliscafo che, però, non parte se il mare è molto mosso. Le isole sono collegate anche dai catamarani, più veloci dei traghetti, che imbarcano anche auto e moto. Le rotte più frequentate sono quelle tra le isole Cicladi e verso Creta.

Per i turisti che non vogliono stare dietro agli orari e alle prenotazioni dei mezzi sopracitati, vi è l’opzione di scegliere i sea taxi (o water taxi), mezzo ideale per raggiungere le spiagge accessibili solo via mare o per visitare quelle isole in cui vige il divieto di usare le auto.

Gli amanti delle escursioni, invece, di certo non si faranno scappare l’occasione di prenotare un caicco, un’imbarcazione a vela o a motore che organizza escursioni tra le più belle isole greche. Oltre alle mete prestabilite, vi è anche la possibilità di noleggiare un caicco e organizzare un itinerario particolare con lo skipper.

Autobus

Il turista che è alla ricerca di una vacanza rilassante, senza frenesia e coi tempi dilatati tipici delle realtà isolane, potrebbe scegliere di visitare la Grecia in autobus e godere dei paesaggi meravigliosi di cui questa terra è ricca. Gli autobus in Grecia, che partono dall’aeroporto, dal porto o dalla stazione dei treni, raggiungono molte destinazioni e sono piuttosto frequentanti anche sulle isole, da tutti quei turisti che preferiscono non possedere un proprio mezzo e perdere tempo dietro alle ricerche di parcheggio.

Taxi

Per lo stesso principio dello slow travel che spinge a viaggiare in autobus, i turisti amanti delle comodità possono circolare in uno dei moltissimi taxi disseminati per la Grecia, tranne che nelle isole molto piccole. Vi sono i taxi gialli, che circolano nelle città, dotati di tassametro, con supplementi per le corse in partenza da aeroporti, autostazioni, porti o stazioni ferroviarie, e i taxi grigi, che circolano nelle zone rurali, per i quali servirà concordare il prezzo prima di salire poiché non hanno il tassametro.

Auto

Uno dei modi preferiti per visitare la Grecia è esplorarla con la propria auto oppure noleggiare un’auto direttamente sul posto, per godere della massima autonomia di movimento. Se l’auto si prenota in anticipo, la si troverà già all’aeroporto o al porto al momento dell’arrivo. Bisogna tenere conto del fatto che molte strade sono dissestate o molto rurali, dunque serve sapersi destreggiare bene al volante, tra villaggi tipici, insenature particolari e punti panoramici mozzafiato.

Tra i vantaggi dell’auto a noleggio in Grecia, vi è la possibilità di girare la penisola greca anche fuori dalle grandi città, nelle quali il trasporto pubblico potrebbe non essere abbastanza efficiente, incappando in spiacevoli ritardi che tolgono tempo alle meraviglie del paesaggio circostante.

Metropolitana

Per visitare Atene, però, si sconsiglia di girarla in auto, ma è preferibile muoversi a piedi, coi mezzi pubblici o servendosi della metropolitana sotterranea. La metropolitana di Atene ha 3 linee che partono dall’aeroporto, dal porto del Pireo o dalla stazione ferroviaria e collegano tutti i più importanti punti di interesse turistico e culturale del centro di Atene e della periferia. Tra l’altro, nelle stazioni della metropolitana è possibile ammirare varie opere d'arte moderna e mostre di reperti archeologici rinvenuti durante la costruzione della stessa.

Contatti

redazione@.luccacitta.net
mob. 320.8428413
mob. 333.6506972
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK