Decreto dignità, il niente! Con la menzogna hanno preso i voti e proseguono con la menzogna e la demagogia

Commenta Enrico Torrini Siamo Lucca

| Categoria: Politica
STAMPA
enrico torrini

Decreto dignità, il niente! Con la menzogna hanno preso i voti e proseguono con la menzogna e la demagogia.
I maestri delle scuole materne ed  elementari dopo aver ricevuto tante promesse, si son trovati traditi dalle menzogne dei 5 stelle! Che avevano promesso di risolvere il problema generatosi con la senbtenza plenaria del 20 dicembre 2017 che ha reso ancora più precari, i precari dei precari: oltre 50000 docenti della formazione primaria! quei docenti che da anni insegnano ai nostri figli ed oggi, dall'oggi al domani, si trovano senza abilitazione professionale. E, raggiungendo l'assurdo, si lascia legittimati all'insegnamento docenti, con pari titolo di studio, comunitari ed EXTRACOMUNITARI.

In questo modo i demagoghi di turno mettono i nostri figli, ancor più di prima, senza certezza  di continuità di docenza! Situazione  fortemente deleteria per la loro formazione che, è noto, quella primaria, è la più importante, quella che fornisce le basi per affrontare il futuro!

Ma tanto, chi se ne frega dei bambini, usiamoli strumentalmente alla causa del voto e poi: fatta la grazia, gabbato lu santo!

Sui Voucher, o li rimetti o non li rimetti! Perché un ristoratore, che oggi (domenica ndr) si trova con un cameriere malato, non può chiamare nessuno a sostituirlo? È normale? Esiste il contratto a chiamata, si, ma se il cameriere si ammala (o addirittura muore) lo devo sapere 2 giorni prima! Quele è la soluzione? Mandare via i clienti perché non si può chiamare nessuno a supplire l'emergenza!
Siamo abituati in Italia a far le leggi in base ai disonensti, propongo di cambiare approccio: FACCIAMO LE LEGGI PER GLI ONESTI E SANZIONIAMO I DISONESTI!
Solo così possiamo dare una spinta a questa economia da troppo tempo sopita ed imbrigliata nella burocrazia italiana.

La bolkestein, che da anni blocca transazioni sulle attività balneari, da anni blocca investimenti sulle attività balneari, è ancora li a bloccare l'intero sistema!
ma voi aggiustereste una sdraio del vostro stabilimento balneare , quando sapete che , di li a poco, vi toglieranno tutto? No!
Ecco, quel falegname che avrebbe dovuto aggiustare la sdraio, non lavora!Voi fareste una piscina nel vostro stabilimento con le premesse di cui sopra? No!
Ecco, tutti coloro che lavorano con le piscine, non lavorano! In parlamento erano arrivati a due passi dall'uscita dall'impasse poi,  no tutto bloccato!
Governo del cambiamento? Direi più governo della recessione!

Allora invito tutti, dai Parlamentari ai Consiglieri Comunali a cambiare approccio:

La demagogia lasciamola da parte in favore del pragmatismo!

l'Italia necessita di crescere non di rimanere imbrigliata nelle maglie della burocrazia!

Contatti

redazione@.luccacitta.net
mob. 320.8428413
mob. 333.6506972
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK